Inizio: 16 AGOSTO 2016
Scadenza: Fino ad esaurimento fondi
Per info: staff@integrale2000.it

BANDO RETI DI IMPRESA PER L’ARTIGIANATO DIGITALE – MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

Dal 16 AGOSTO 2016 - Fino ad esaurimento fondi

 

Il Ministero ha predisposto il secondo bando per le aggregazioni di imprese che operano o vogliono operare nel campo della manifattura sostenibile e dell’artigianato digitale.

Il bando ha lo scopo di promuovere:

a) la creazione di centri di sviluppo di software e hardware a codice sorgente aperto per la crescita e il trasferimento di conoscenze alle scuole, alla cittadinanza, agli artigiani e alle microimprese;
b) la creazione di centri per l’incubazione di realtà innovative nel mondo dell'artigianato digitale;
c) la creazione di centri per servizi di fabbricazione digitale rivolti ad artigiani e a microimprese;
d) la messa a disposizione di tecnologie di fabbricazione digitale;
e) la creazione di nuove realtà artigianali o reti manifatturiere centrate sulle tecnologie di fabbricazione digitale.


SOGGETTI AMMISSIBILI

Possono accedere alle agevolazioni di cui al presente decreto le Imprese nazionali formalmente riunite, in numero almeno pari a cinque e non più di quindici, in associazione temporanea di imprese (ATI), in raggruppamento temporaneo di imprese (RTI) ovvero in Rete di imprese.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti spese a preventivo:

a) beni strumentali nuovi di fabbrica;
b) componenti hardware e software strettamente funzionali al programma;
c) personale dipendente del Beneficiario nonché personale dipendente delle imprese costituenti lo stesso, purché formalmente distaccato ed a condizione che svolga la propria attività presso le strutture del Beneficiario, entro il limite massimo del 50 percento dell’importo complessivo del programma;
d) consulenze tecnico-specialistiche, servizi equivalenti e lavorazioni eseguite da terzi, entro il limite massimo del 30 percento dell’importo complessivo del programma;
e) materiali di consumo strettamente funzionali alla realizzazione di attività di ricerca, sviluppo e prototipazione;
f) spese per la realizzazione di prodotti editoriali finalizzati alla diffusione, presso le Istituzioni scolastiche autonome e gli Enti autonomi con funzioni di rappresentanza del tessuto produttivo, delle nuove tecnologie di fabbricazione e vendita digitale oggetto del programma ammesso alle agevolazioni.

Gli investimenti devono essere conclusi in una data non inferiore a 24 mesi e non superiore a 36 mesi dalla data di ricezione del decreto di concessione.

TIPOLOGIA DI AGEVOLAZIONE

L’agevolazione prevista nel presente bando consiste:

-  in un contributo a fondo perduto, corrispondente al 20% della spesa ritenuta ammissibile;

- finanziamento a tasso zero corrispondente al 50% della spesa ritenuta ammissibile.

I programmi devono prevedere spese ammissibili, al netto dell’IVA, non inferiori a euro 100.000,00 e non superiori a euro 800.000,00.

TEMPISTICA

I termini per la presentazione delle domande verranno pubblicati a breve in Gazzetta Ufficiale

Il Ministero ha predisposto il secondo bando per le aggregazioni di imprese che operano o vogliono operare nel campo della manifattura sostenibile e dell’artigianato digitale.

Il bando ha lo scopo di promuovere:

a) la creazione di centri di sviluppo di software e hardware a codice sorgente aperto per la crescita e il trasferimento di conoscenze alle scuole, alla cittadinanza, agli artigiani e alle microimprese;
b) la creazione di centri per l’incubazione di realtà innovative nel mondo dell'artigianato digitale;
c) la creazione di centri per servizi di fabbricazione digitale rivolti ad artigiani e a microimprese;
d) la messa a disposizione di tecnologie di fabbricazione digitale;
e) la creazione di nuove realtà artigianali o reti manifatturiere centrate sulle tecnologie di fabbricazione digitale.


SOGGETTI AMMISSIBILI

Possono accedere alle agevolazioni di cui al presente decreto le Imprese nazionali formalmente riunite, in numero almeno pari a cinque e non più di quindici, in associazione temporanea di imprese (ATI), in raggruppamento temporaneo di imprese (RTI) ovvero in Rete di imprese.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti spese a preventivo:

a) beni strumentali nuovi di fabbrica;
b) componenti hardware e software strettamente funzionali al programma;
c) personale dipendente del Beneficiario nonché personale dipendente delle imprese costituenti lo stesso, purché formalmente distaccato ed a condizione che svolga la propria attività presso le strutture del Beneficiario, entro il limite massimo del 50 percento dell’importo complessivo del programma;
d) consulenze tecnico-specialistiche, servizi equivalenti e lavorazioni eseguite da terzi, entro il limite massimo del 30 percento dell’importo complessivo del programma;
e) materiali di consumo strettamente funzionali alla realizzazione di attività di ricerca, sviluppo e prototipazione;
f) spese per la realizzazione di prodotti editoriali finalizzati alla diffusione, presso le Istituzioni scolastiche autonome e gli Enti autonomi con funzioni di rappresentanza del tessuto produttivo, delle nuove tecnologie di fabbricazione e vendita digitale oggetto del programma ammesso alle agevolazioni.

Gli investimenti devono essere conclusi in una data non inferiore a 24 mesi e non superiore a 36 mesi dalla data di ricezione del decreto di concessione.

TIPOLOGIA DI AGEVOLAZIONE

L’agevolazione prevista nel presente bando consiste:

-  in un contributo a fondo perduto, corrispondente al 20% della spesa ritenuta ammissibile;

- finanziamento a tasso zero corrispondente al 50% della spesa ritenuta ammissibile.

I programmi devono prevedere spese ammissibili, al netto dell’IVA, non inferiori a euro 100.000,00 e non superiori a euro 800.000,00.

TEMPISTICA

I termini per la presentazione delle domande verranno pubblicati a breve in Gazzetta Ufficiale